SCH.NEE

  Nuova creazione della NUNZIO IMPELLIZZERI DANCE COMPANY


SCH.NEE

Creazione 2022 I Durata 60 min

Come ci comportiamo in presenza del Suono o del suo contrario, il Silenzio?

Il nuovo percorso coreografico di Nunzio Impellizzeri indaga il rapporto tra il Silenzio e la Società contemporanea - sull’impatto che l’uno ha sull’altro. Il Silenzio non è solo Assenza di suono, ma una realtà molto più complessa che, spesso e volentieri, si definisce proprio in relazione al Rumore, al Suono e all'Ascolto. SCH.NEE vuole offrire un’opportunità di riflessione e consapevolezza sul valore del silenzio in una società sempre più accelerata e dai valori deformati. Tutto deve (o sembra) avere un suono o un rumore per essere identificato e conosciuto: le vibrazioni possono rassicurare i nostri sensi o porci in uno stato di agitazione. Ma cosa accade nella Mancanza?

Rumore, Suono, Silenzio attraverso la metafora della Neve forniscono al coreografo opportunità per compiere un ennesimo Viaggio, tra Equilibrio e Concentrazione, suoi linguaggi imprescindibili -e per mettere in discussione gliaspetti più interiori e inconsueti della nostra contemporaneità.

 

TEAM ARTISTICO

Direzione Artistica, Idea e coreografia 
Nunzio Impellizzeri 
Musiche originali 
Tarek Schmidt
Danza 
Federica Aventaggiato, Lionel Ah-Sou, Claudio Costantino,
Clémentine Dumas, Ioar Labat Berrio, Katharina Ludwig 
Disegno Luci e Costumi 
Nunzio Impellizzeri 
Direttore delle prove
Irene Andreetto 
Outside Eye 
Silvia Scipilliti 
Direzione tecnica 
Viktoras Zemeckas 
Realizzazione costumi
Theama for Dance
Comunicazione
Lorena Amico
Grafica e Web 
MKS, RB engineering 
Direzione management 
Manfred Dachs

Residenza artistica MAS Milano e La Maison des Artistes, Fribourg

 

PRESS   

"Questo spettacolo è imperdibile, dal ritmo incalzante, intenso, affascinante, coinvolgente, un'esperienza quasi fisica, anche per il pubblico!
★★★★ Kaspar Sannemann - Oper-aktuell

"SCH.NEE"  è molto di più dell'assenza di suoni, è paragonabile alla magia di una passeggiata notturna nella prima neve. 
★★★★ Thierry Frochaux - PS Zeitung

"Niente come i pesci e la neve possono meglio indagare il silenzio, cercando di scolpirne le forme, il bisbiglio, le leggi, e grazie alla danza mostrare quei momenti in cui, prendendo a prestito una riflessione di Peter Handke 'l’estremo bisogno di comunicare, (…) coincide con l’estrema incapacità di parlare'."
★★★★ Giuseppe Distefano - Sipario

"...E improvvisamente c'è il buio. E in questa assenza di luce e di rumore, diventa chiaro quanto i colori urlassero, quanto la musica pulsasse intensamente, quanto i corpi in scena scolpissero con precisione forme, sculture e movimenti nello spazio. In questo silenzio, il rumore si fa viscerale."
★★★★ Mary Staub - Tanznachtisch by TanzLOBBY IG Tanz Zurich



SUPPORT


CO-PRODUCERS


PARTNERS

Share on